HTC In evidenza

HTC History presenta: HTC Evo 3D

htc-history

Bentornati da HTC History, che come ogni martedì torna con un altro telefono dalla storia HTC. Il protagonista di oggi è un telefono che incarnava perfettamente l’ideale di HTC di anticipare i tempi e provare ad essere un passo avanti in ogni situazione.

Con una scelta molto coraggiosa, infatti HTC puntò ad un telefono che incorporasse una tecnologia ancora praticamente sconosciuta al mondo del mobile; nacque così l’HTC Evo 3D, che come si può intuire dal nome era dotato di schermo 3D e doppia fotocamera in grado di scattare foto sempre in 3D.

L’effetto 3D non si otteneva tramite l’utilizzo di occhiali o supporti ottici particolari, ma tramite una tecnica chiamata “Autostereoscopia” con un effetto visivo che effettivamente faceva apparire l’immagine come staccata dallo sfondo, dando l’illusione della profondità.

HTC 3D

La base di partenza per la realizzazione dell’Evo 3D era l’apprezzatissimo HTC Evo 4G, molto amato dal pubblico americano, stesso target che si proponeva di conquistare anche l’Evo 3D; il telefono era infatti disponibile solo attraverso la rete di distribuzione del gestore telefonico americano Sprint, nonostante alcune versioni fossero disponibili anche in Europa, Canada ed Asia.

Il telefono venne annunciato da Sprint nel marzo 2011 e venne reso disponibile sul mercato nel giugno dello stesso anno attraverso la catena di distribuzione del gestore di telefonia stesso.

Nel marzo 2012 il dispositivo conobbe un nuovo rilancio quando la Virgin Mobile, branca di Sprint dedicata ai servizi telefonici prepagati, ridistribuì l’HTC Evo 3D con il nome di HTC Evo V 4G.

L‘HTC Evo V 4G era costruttivamente identico all’Evo 3D, con l’unica differenza che era installato di default il nuovo Android 4.0.3 e Sense 3.6 anzichè Android 2.3 e Sense 3.0; nel mentre gli stessi aggiornamenti software venivano distribuiti anche per gli HTC Evo 3D già venduti.

Punti forti del telefono erano, come da consuetudine HTC, l’ottima qualità costruttiva, con un corpo in gomma rigida antiscivolo che incastonava l’imponente display da 4.3 pollici con una risoluzione qHD di 960×540 pixel; e l’impianto audio sempre di primo piano

Specifiche:

  • Rete: Tri-band CDMA/EVDO Rev. A (800/800ESMR[1]/1900 MHz); 2.5-2.7 GHz WiMAX 802.16e
  • Dimensioni: 127 x 66 x 12 mm
  • Peso: 170 grammi
  • OS: Android 2.3.4 con HTC Sense 3.0 (upgradee ad Android 4.0.3 with HTC Sense 3.6 ufficiali o Android 4.1.2 Jelly bean con CyanogenMod 10)
  • CPU: Dual-Core, 1.2 GHz Qualcomm Snapadragon MSM8660
  • Memoria: 4 GB
  • RAM: 1 GB
  • Memoria rimovibile: Micro SD 8 GB inclusa (supportato fino a 32 GB)
  • Batteria: 1730 mAh Li-ion ricaricabile
  • Data inputs: touch-screen capacitivo multitouch, accelerometro 3 assi, giroscopio a 3 assi, bussola digitale, sensore di prossimità e luce ambientale, A-GPS
  • Display: S-LCD 4.3” 960x540px (256 ppi qHD) autostereoscopico 
  • Fotocamera posteriore: doppia 5-megapixel autofocus, doppio flash led con sensore bsi
  • Fotocamera frontale: 1.3 megapixel a focus fisso
  • Connettività: Bluetooth v3.0 + HS, Wi-Fi (802.11b/g/n), radio FM, microUSB, HDMI

Info sull'autore

Denis Visentin

Denis Visentin

Scrivere è sempre stata una passione, scrivere per altri è semplicemente l'evoluzione.
Appassionato di tutto ciò che è tecnologia, amante dei videogiochi, libri, e basket. Amo le cose fatte bene e di design, il mio smartphone non poteva che essere un HTC.