HTC In evidenza

HTC: il risveglio della speranza

htc

Il 2015 era partito con tanti buoni propositi e nuove speranze ma non è stato di certo un anno positivo per il brand di Taiwan. Purtroppo HTC One M9 non ha venduto come ci si aspettava, HTC Grip è stato quasi cancellato e HTC Vive è stato rinviato ad Aprile 2016. Tutto questo ha portato a degli scossoni interni, tra cui il ridimensionamento del personale e la vendita di un impianto a Taoyuan. Al cospetto di quanto visto ed annunciato però, se HTC riuscisse a mantenere tali premesse, il 2016 potrebbe rivelarsi davvero un grande anno.

htc

Va da sé che nel 2016 l’azienda di Taiwan ha bisogno di fornire uno smartphone a dir poco stupefacente. Tutti noi sappiamo, che la ragione per cui HTC è diventato un nome familiare nel mondo degli smartphone è stato perché ha consegnato innovazioni e progressi durante quasi tutti  gli anni trascorsi. Nel 2016 il dispositivo di punta dovrà essere più sottile, più veloce e più elegante di qualsiasi smartphone che HTC abbia mai rilasciato. HTC One M10 o HTC Perfume devono ancora rivelare ufficialmente il proprio design e le caratteristiche software, ma siamo sicuri che la società sta lavorando sodo per offrire un prodotto all’altezza della concorrenza. Per completare il discorso vendita però, HTC avrebbe bisogno di investire una certa quantità di denaro in una società di marketing che possa dare una svolta definitiva verso l’alto ai propri prodotti.

htc-one-watch

HTC e Under Armour hanno annunciato la loro partnership quasi un anno fa durante il CES 2015. Sappiamo anche che le due società stanno lavorando su una bilancia intelligente per tenere traccia degli obiettivi per la perdita di peso, ma forse dietro tutto questo ci potrebbe essere più. L’azienda infatti, è di nuovo al lavoro per uno smartwatch e c’è sempre la possibilità di vedere anche le cuffie Bluetooth o addirittura un cardiofrequenzimetro con fascia toracica. Under Armour è uno dei nomi più popolari in abbigliamento sportivo e sa esattamente come parlare ai suoi clienti fedeli, quindi HTC Grip potrebbe dare del filo da torcere a FitBit.

htc-vive

La realtà virtuale sta per diventare una grande attrattiva nel 2016 e sia HTC che Oculus hanno pianificato di rilasciare i loro sistemi di Realtà Virtuale nel corso del primo semestre dell’anno. HTC ha preso d’assalto il campo della realtà virtuale con HTC Vive, che gli esperti del settore reputano di gran lunga superiore alla concorrenza. Oltre a monitorare i movimenti della testa di un utente in uno spazio virtuale, HTC Vive e i suoi controlli, consentono un monitoraggio di tutto il corpo grazie a due stazioni laser di inseguimento. Questo dà, agli utenti, la possibilità di camminare davvero liberamente in un ambiente del tutto virtuale.

New-HTC-Vive-Logo-1-700x467

HTC Vive è stato sviluppato in collaborazione con Valve e lavorerà con la sua piattaforma proprietaria VR Steam. Dal momento che Steam è il leader indiscusso per la fornitura di giochi agli utenti di PC, non c’è dubbio che HTC Vive avrà un successo enorme quando e se verrà messo in vendita nel mese di aprile del prossimo anno. La società sta anche collaborando con i produttori di auto per consentire test drive virtuali e non saremmo sorpresi se le scuole, i musei ed altre istituzioni investissero molto nelle esperienze di realtà virtuale.

Se HTC riuscisse a trovare il modo per connettersi con nuovi utenti mostrando loro che la qualità costruttiva, il software e l’esperienza complessiva in realtà offrono una qualità superiore rispetto alla concorrenza, il 2016 potrebbe finalmente essere l’anno in cui i consumatori entreranno nei negozi a chiedere i prodotti HTC.

Canale Telegram.

 

Fonte

Info sull'autore

Enrico

Enrico

Legato ad HTC fin dal mio primo Hero, continuo a perseverare. Operaio metalmeccanico, mi diletto nel tempo libero a scovare e scrivere notizie sul nostro amato brand.

  • Windows 10, unica possibilità.

    • Sicuramente aiuterebbe! Per me il problema principale resta il marketing.

      • Il marketing (se lo intendi come pubblicità) funziona s hai il prodotto, altrimenti è inutile.
        HTC non ha il prodotto; non perchè gli HTC non siano buoni… io ADORO gli HTC, ma perchè non esiste più un mercato Android di fascia alta.
        La stessa Samsung ha annunciato di volersi sì concentrare maggiormente sui terminali top (loro grazie a Knox possono puntare al mercato Professional/Enterprise), ma contemporaneamente ha anche deciso di ritirarsi dai mercati “non remunerativi”, ossia il principale produttore Android ha in mente di abbandonare la presenza globale sul pianeta.
        Quest’anno si prevede che gli iPhone chiudano a 231 milioni di pezzi venduti, e nel triennio 2013-215 sono stati 550 milioni… oltre MEZZO MILIARDO.
        Per i terminali Android di fascia alta è finita… semplicemente finita.
        Samsung ha iniziato a vendere i suoi S6 ed S6 Edge a prezzo ribassato, ma Samsung può farlo perchè copre le perdite con i profitti dei terminali di fascia inferiore e degli altri settori industriali. Di terminali da tre soldi ne vende a bancali ed oltretutto li produce con tecnologia e BREVETTI propri, ossia ne trae un grande profitto.
        HTC con cosa potrebbe coprire un One venduto in perdita? con le cuffiette?

        Su Win10 sarebbe l’unico produttore a fornire telefoni di alta qualità costruttiva. Non ne venderebbe numeri enormi, ma potrebbe tenere il prezzo pieno.

        • Il tuo ragionamento ci sta tutto, però speriamo a questo punto si voglia intraprendere tutte e due le strade.

          • Comprerei un ipotetico M10 con Win10 a prezzo prossimo a quello di un iPhone, e molti farebbero lo stesso.
            Non comprerei mai lo stesso telefono offerto da una HTC che non abbia sostanzialmente abbandonato Android almeno per i telefoni di fascia alta.
            Non per antipatia verso Android, che uso, ma perché ho visto troppi utenti restare scottati con il suo M8 in versione WP.
            Per avere un credito verso gli acquirenti Win, HTC deve scrollarsi di dosso Google. I due sistemi operativi sono troppo dissimili, così come sono dissimili i clienti cui ci si rivolge e, presumibilmente, buona parte della dirigenza aziendale.
            Comunque vedremo come andrà la prossima trimestrale, credo che i giochi definitivi si faranno su quella.

          • Vi fornisco un’altra ragione per lasciare Android sui terminali di fascia alta:
            Questo è il grafico delle vulnerabilità riportate da Android (TUTTE LE VERSIONI) nel corso degli anni.
            Come potete vedere c’è un’impressionante impennata nell’anno corrente; la causa è nelle ultime release, decisamente meno curate sotto il profilo della sicurezza, ed anche a vecchi bug mai chiusi.
            Perfino il nuovissimo 6.0 a quanto pare necessita già di una patch urgente.
            Questo è un problema, perchè Google è già lenta di suo nel chiudere le falle,ma non curando in prima persona le varie implementazioni i produttori aggiungono inevitabilmente altro tempo rendendo quindi le flaw sfruttabili per gli attacchi.
            A queste vulnerabilità vanno aggiunte quelle del kernel Linux, migliorato nell’ultimo anno ma comunque non esente da problemi.
            Nel successivo post la tabella con le varie versioni a partire dalla 4.0

          • Tabella con le versioni:

  • Io continuo speranzoso ad attendere il degno erede del mio M7, speriamo davvero sia il prossimo l’anno della svolta, le idee ci sono, è il risultato a non essere all’altezza

    • M8 ed M9 non lo sono?

      • No e No:
        M8 non è nulla più che un M7 a cui si aggiungono pochi inutili MHz in più (non trovo a tutt’oggi M7 così inferiore dal punto di vista funzionale – sarà anche grazie alla sense – e quel che fai girare su un m8 lo fai girare anche su un M7 senza problemi) e soprattutto cm in altezza grazie alla furba adozione dei tasti a schermo mantenendo però inalterato il design inferiore del terminale.
        M9 prende quanto fatto con M8 in fatto di involuzione e ci aggiunge un processore peggiore – innegabile – ed un comparto fotografico anche peggio nonostante l’aumento dei “numeri”, della serie, se prima c’era la scusante di poter usare le dimensioni in mb minori delle foto per postarle con facilità sui social oggi non c’è manco più quella scusa, 20mpx che fanno anche peggio dei vecchi ultrapixel guardando le foto nella loro interezza… certo il design è migliorato ma non basta per giustificare il passaggio da m7 a quest’ultimo.

        Aspettiamo i prossimi e vediamo

      • HTCdrummer88

        no