HTC

Android upgrade report card: secondo posto per HTC

Android upgrade report card

HTC si configura come il miglior brand in quanto ad upgrade di Android sui suoi dispositivi, secondo solo a Google stessa! A renderlo noto è il sito ComputerWorld che anche quest’anno nel redarre la Android upgrade report card ha messo sul secondo gradino del podio il brand taiwanese HTC, lodandone l’efficienza.

Android upgrade report card: HTC seconda solo a Google

La Android upgrade report card è una statistica calcolata in base a tre fattori:

  1. Il tempo che un dato brand impiega per aggiornare il proprio flagship attuale alla versione di Android successiva
  2. Il tempo che lo stesso brand impiega per rilasciare l’aggiornamento anche per i precedenti flagship
  3. La qualità del servizio di notifica aggiornamenti

E’ stata proprio HTC a ottenere il voto più alto rispetto a tutti gli altri brand, meritandosi il secondo posto (il primo spetta a Google per ovvie motivazioni). Vediamo quindi come ha fatto l’azienda taiwanese a collocarsi sul podio: come primo fattore, consideriamo che HTC One M9 ha iniziato a ricevere Marshmallow a partire dal 23 dicembre (negli USA), poco dopo i Motorola di Lenovo, quindi è stato tra i primi top di gamma 2015 (insieme al G4 di LG) ad avere a bordo Android 6.0.

Come secondo fattore, forse anche più importante del primo, dobbiamo considerare che HTC non ha abbandonato i suoi precedenti top di gamma, a differenza di Lenovo e Samsung (tanto per citarne alcuni). Anzi ha addirittura aggiornato ad Android 6.0 (negli USA) HTC One M8 per la felicità dei possessori, prima di HTC One M9!

Come terzo e ultimo fattore, prendiamo in esame ciò che veramente ha portato l’ago della bilancia a favore di HTC, mi riferisco alla comunicazione con i clienti riguardo i vari upgrade. Come saprete, infatti, HTC ha creato una pagina apposita mediante la quale chiunque, volendo, può controllare lo stato degli stessi upgrade per i vari device HTC, la pagina per l’italia è questa. A tutto ciò dobbiamo aggiungere il fatto che sia HTC stessa a interessarsi di informare gli utenti sullo status degli aggiornamenti, mediante il suo account ufficiale su Twitter.

A seguito di queste considerazioni possiamo senza ombra di dubbio aspettarci che HTC continui a svolgere egregiamente il suo lavoro e che i suoi dispositivi saranno tra i primi, in un futuro non troppo lontano, a ricevere l’upgrade di Android “N”.

 

Fonte

Info sull'autore

Francesco

Traceur, Free runner e Blogger appassionato di tecnologia e sostenitore dell'Open Source, sempre alla ricerca del meglio che il web possa offrire.